Benvenuti nel Sito del Comune di Ortona a cura dell'Ufficio InformaGiovani

Città di Ortona
HOME
NUMERI TELEFONICI
INDIRIZZI E-MAIL
MAPPA DEL PORTALE
Difensore Civico
Tributi Comunali
Usi Civici
Elezioni
 
LA CITTÀ
Presentazione
Storia
Urbanistica
Arte e Cultura
San Tommaso
Folklore e Gastronomia
Turismo e Strutture
Mappe
Chiese
Asili e Scuole
Autobus
Treni
Aerei
 
SAN TOMMASO
Cattedrale
Museo Diocesano
Testimonianze
 
ARTE E CULTURA
Biblioteca
Cinema
Teatro
Museo Civico
Teatro Vittoria
Associazioni
 
EAS N. 28
Segretariato Sociale
Ortona
Ari
Arielli
Canosa Sannita
Crecchio
Filetto
Giuliano Teatino
Orsogna
Poggiofiorito
Tollo
 
 
La Città
STORIA
 
 
 
Novecento
Intanto l'economia si andava caratterizzando ancor pi? con una agricoltura vitivinicola e il progresso artistico faceva capolino con il primo cinematografo inaugurato nel 1906. Durante la Grande Guerra, nel 1915-16, la città venne bombardata da navi austriache.
 
Cartolina del primo '900
Nel 1924 si insediò l'Amministrazione fascista che diede un notevole impulso all'attività edilizia; non mancava tuttavia il dissenso se, nel 1932, veniva scoperta una cellula comunista. Lo sviluppo continuo, se pur lento, fu interrotto dalla Seconda Guerra Mondiale. Nella notte tra il 9 e il 10 settembre 1943, i Reali di Casa Savoia, con il seguito di militari e civili, lasciarono la rada di Ortona per raggiungere le ormai sicure coste pugliesi. Tra il novembre 1943 e il giugno 1944 il territorio comunale fu teatro di una delle più cruenti battaglie del conflitto, tra le truppe alleate e quelle tedesche. Le vittime tra civili e militari d'ambo le parti, furono circa 3000, mentre l'80% del patrimonio edilizio e monumentale venne distrutto. Nel gennaio 1944, intanto, si era costituita una sezione del C.N.L. (Comitato Nazionale di Liberazione).
 
Il Corso all'inizio del '900
Il 17 novembre 1946, Enrico De Nicola, Presidente provvisorio della Repubblica Italiana, visitò commosso le rovine della città, un tempo conosciuta come "la perla dell'Adriatico" e trasformatasi "nella piccola Stalingrado d'Abruzzo" che, proprio per l'alto tributo di sangue versato dai suoi figli, con DPR del 16 giugno 1959, è stata insignita della Medaglia d'Oro al Valor Civile. Nei decenni del dopoguerra la nascita di nuovi quartieri, l'evoluzione delle attività produttive e l'avvio di nuove e diversificate iniziative imprenditoriali, hanno favorito, pur se tra varie difficoltà, la ripresa di una crescita caratterizzata da una economia particolarmente composita e perciò meno vulnerabile dalle crisi settoriali.
 
suc> prec< pri<< ult>>
Realizzato da InformaGiovani & ing. Marco Castiglione © 2005 Comune di Ortona