Benvenuti nel Sito del Comune di Ortona a cura dell'Ufficio InformaGiovani

Città di Ortona
HOME
NUMERI TELEFONICI
INDIRIZZI E-MAIL
MAPPA DEL PORTALE
Difensore Civico
Tributi Comunali
Usi Civici
Elezioni
 
LA CITTÀ
Presentazione
Storia
Urbanistica
Arte e Cultura
San Tommaso
Folklore e Gastronomia
Turismo e Strutture
Mappe
Chiese
Asili e Scuole
Autobus
Treni
Aerei
 
SAN TOMMASO
Cattedrale
Museo Diocesano
Testimonianze
 
ARTE E CULTURA
Biblioteca
Cinema
Teatro
Museo Civico
Teatro Vittoria
Associazioni
 
EAS N. 28
Segretariato Sociale
Ortona
Ari
Arielli
Canosa Sannita
Crecchio
Filetto
Giuliano Teatino
Orsogna
Poggiofiorito
Tollo
 
 
La Città
ARTE E CULTURA
 
 
 
Parte IV
Antonio Piermatteo (1902-1958) di Ortona, nel 1932, ha dipinto a fresco i quattro Evangelisti sulle vele che sorreggono la cupola della Basilica ma di questi solo uno, L'Evangelista Matteo, è scampato alla distruzione della guerra (gli altri affreschi della cupola eseguiti nel 1974 sono opera del pittore triestino Luciano Bartoli). Del Piermatteo, bravo pittore ed eccellente ceramista, nella sagrestia della Cattedrale rimane anche un quadro ad olio raffigurante San Tommaso.
 
Opera di G. Costanzo
Nel periodo a cavallo tra il XIX ed il XX secolo fiorì in Ortona anche una scuola di eccellenti scultori. Guido Costanzo (1892-1982), nipote di Arcangelo Ciampoli, è autore di diverse opere, tra cui le sculture del Palazzo della Provincia a Pescara, il ritratto della baronessa Acerbo conservato nella Galleria d'Arte Moderna a Roma, e il Monumento ai caduti (1926) in Piazza Porta Caldari a Ortona. Numerose opere dell'artista, donate alla città, sono raccolte a Palazzo Farnese.
 
Scultura di G. Massari
 
suc> prec< pri<< ult>>
Realizzato da InformaGiovani & ing. Marco Castiglione © 2005 Comune di Ortona