Benvenuti nel Sito del Comune di Ortona a cura dell'Ufficio InformaGiovani

Città di Ortona
HOME
NUMERI TELEFONICI
INDIRIZZI E-MAIL
MAPPA DEL PORTALE
Difensore Civico
Tributi Comunali
Usi Civici
Elezioni
 
LA CITTÀ
Presentazione
Storia
Urbanistica
Arte e Cultura
San Tommaso
Folklore e Gastronomia
Turismo e Strutture
Mappe
Chiese
Asili e Scuole
Autobus
Treni
Aerei
 
SAN TOMMASO
Cattedrale
Museo Diocesano
Testimonianze
 
ARTE E CULTURA
Biblioteca
Cinema
Teatro
Museo Civico
Teatro Vittoria
Associazioni
 
EAS N. 28
Segretariato Sociale
Ortona
Ari
Arielli
Canosa Sannita
Crecchio
Filetto
Giuliano Teatino
Orsogna
Poggiofiorito
Tollo
 
 
La Città
SAN TOMMASO
 
 
 
Esterno
La facciata è del tutto diversa da quella dell'anteguerra; non esiste più il porticato sorretto da 9 possenti colonne; né a lato sud è stata ricostruita (Vico dell'Orologio) la torre-semaforo dotata di orologio. Ha due portali (uno a Vico dell'Orologio, sec. XIII), l'altro (Nicola Mancino, 1311) ricomposto con elementi recuperati tra le macerie dell'ultimo conflitto. Sempre sulla facciata si conservano due archi ad ogiva (dell'antico tempio) e una monofora gotica. Il nuovo campanile (1963) sorto dalla demolizione del precedente ospita 5 campane: il campanone(1605, q. 40,75); la mezzana (rifusa nel 1948, q. 9,30); dell'Ufficio (rifusa nel 1950, q. 3); della domenica (1933, q. 1,75); di ogni giorno (1881, Kg. 41).
 
Portale
 
Interno
Cappella (detta) di S. M. Maddalena: "Pietà" in pietra policroma (sec. XV, replica dalla città di Tolentino); pala d'altare: la "Maddalena" (Ignoto). Tomba del Navarca Leone: le cui Ossa sono custodite in tempietto con l'epigrafe (MDCXIII) dell'evento del 1258. Cupola: sostituisce quella ("a tazza", tiburio) dell'anteguerra. Dal pavimento alla croce del lanternino misura in altezza m. 40 ca. Affreschi (Luciano Bartoli, 1963): scene della creazione; 3 Evangelisti (il 4° rinvenuto indenne con la guerra, Antonio Piermatteo, 1933). La tazza del Battistero: in marmo policromo e onice (1964) regge presentemente la statua dell'Immacolata; Monumento sepolcrale dei nobb. de Sanctis. L'incredulità di S. Tommaso: grandiosa tela di Basilio Cascella (1944). Profeti: Isaia e Ezechiele, affreschi di V. La Rovere (1933).
 
Navata Centrale
 
suc> prec< pri<< ult>>
Realizzato da InformaGiovani & ing. Marco Castiglione © 2005 Comune di Ortona